10 Bolletino

Maro General Ecosystem @it

Faircoin 2 campagna di crowdinvestment

Faircoin, molto più di una moneta.

FairCoop ha lanciato la sua campagna di inversione/crowdfunding per Faircoin 2

https://coopfunding.net/en/campaigns/faircoin-2-crowdinvestment/

Questa campagna di crowdinvestment ha due obbiettivi:

1. Finanziare l’atteso svilippo di Faircoin 2.
FairCoin 2 sarà un importante innovazione che permettera alla blockchain di Faircoin di essere resa sicura attraverso il “proof of cooperation” e dare al mondo una alternativa realmente funzionale agli attuali ingiusti sistemi basati sulla competizione tra i nodi:“proof of work” e “proof of stake”.

2. La Stabilità di Faircoin
La stabilità di una valuta è fondamentale al fine di rendere l’uso di Faircoin resiliente in ogni situazione. In particolare FairCoop ha bisogno di sostenere le riserve in modo da dare più fiducia e flessibilità ai commercianti, produttori e consumatori che stanno diventando utilizzatori di Faircoin.

Attualmente per facilitare questa resilienza è necessario che vengano coinvolte altre persone d’accordo con i valori di FairCoop a partecipare e investire così da rendere migliore la distribuzione dei Faircoin in circolazione.

Perché Faircoin 2?
Faircoin 2 manterrà gli stessi bilanci di Faircoin 1, allo stesso tempo aggiungerà la tecnologia necessaria per concretizzare i valori di Faircoop di equità e cooperazione sociale.
Al fine di farlo, verrà creato un network di nodi certificati che garantirà la sicurezza del network di Faircoin e alcune importanti innovazioni.

  • Niente più creazione di moneta ingiusta. Faircoin 2, fermeràla creazione di nuova moneta. I nodi certificati non avranno bisogno di creare nuova moneta per dare sicurezza alle transazioni. Faircoin 2 aiuterà a creare le condizioni per la moneta esistente per esserere distribuita per sorprendenti progetti sociali in tutto il mondo, grazie ai fondi come il Global South Fund, Commons Fund,Technological Infrastructure Fund e il Refugees Fund.
  • Conferme instantanee. Faircoin 2 dal punto di vista tecnico porterà importanti innovazioni per fare di Faircoin un importante strumento per i pagamenti online e quelli fisici; una di queste innovazioni saranno le conferme istantanee, che porteranno sicurezza ai rapporti di scambio in tempo reale in molteplici situazioni.
  • Micropagamenti. L’alto livello di efficienza del network di Faircoin 2, le relazioni dei trusted node, consumi bassi e di conseguenza bassi fee, faranno di Faircoin la migliore valuta per i micropagamenti che saranno molto importanti per svariati usi come per le economie del dono e i paesi poveri.

Faircoin 2 è già sotto sviluppo attivo. Fino ad ora è stato possibile con qualche investimento personale e tanta buona volontà. Ma adesso, dobbiamo aprici al nostro network di supporto in modo da essere capaci di lanciarla entro la data prevista; tra giugno e luglio.
Stabilità significa liquidità

  • L’obbiettivo è quello di portare liquidità e stabilità ai mercati aperti di Faircoin e rendere più facile per gli investitori, i mercati e gli utenti l’entrata o l’uscita dal Faircoin
  • Fornire liquidità, creare resilienza per depositi e prelievi in Faircoin, in progetti come Fairmarket e per tutti i mercanti coinvolti su use.fair-coin.org
  • Provvedere ai finanziamenti per lo sviluppo dell’ecosistema FairCoop in modo che dia agli investitori ampie possibilità di recuperare ed eventualmente trarre un profitto dal proprio investimento nel progetto.

Cosa?

Almeno 20,000 euro per i costi di sviluppo e riserve per coprire le necessità di prelievo dei produttori e i mercanti.

Massimo 20,000 euro in acquisti sull’exchange Bittrex, che contribuirà a distribuire sempre di più Faircoin nelle mani dei sostenitori di FairCoop e a ridurre lo spread dei prezzi che influenza la stabilità di Faircoin.

Totale 40,000 euro

Come?

Se non hai un wallet Faircoin e vuoi imparare come installarlo, prima leggi questo link e poi scaricalo: https://fair.coop/?get_group_doc=26/1447331472-FairCoinUsersGuide.pdf

Solo per questa campagna sarai in grado di supportare L’ecosistema FairCoop acquistando Faircoin a solo metà del prezzo ufficiale di getfaircoin.net,

Tutti gli investimenti effettuati attraverso coopfunding.net o getfaircoin.net per un importo superiore ai 100 euro verranno scambiati con un tasso di 0.025 ( 1 eur = 40 faircoins). La condizione principale è che dovrai tenere metà dell’investimento per almeno 6 mesi.

Leggere più…

Novita’ dall’Assemblea per il fondo per i Rifugiati

Lo scorso martedi’ 27 aprile si e’ svolta l’assemblea per la gestione del “Fondo per i Rifugiati” e sono state prese le seguenti importanti decisioni.

Al momento dell’inizio dell’assemblea c’era un totale di 4031,84 fondi nel fondo creato per la campagna, di questo totale 2070,00 sono stati ricevuti in euro ed il resto in FairCoin.

Ecco le decisioni prese:

1) 300,00 euro sono stati dedicati alle spese per 4 rifugiati (3 vivono a Thessalonicco e 1 ad Atene) che vogliono partecipare all’incontro “1st Gathering of the Solidarity economy and Integral Cooperativism” che si terra’ a Karditza (Grecia centrale) dal 5 all’8 maggio p.v. (per dettagli: http://cooperativas.gr/1st-gathering-of-solidarity-economy-and-integral-cooperativism-in-greece/ )

2) i 1770,00 euro restanti insieme ai FairCoin saranno dedicati al progetto “Call Center Coop Network”, questi fondi saranno utilizzati dai rifugiati che stanno preparando il lancio del servizio “refugees2refugees” (per dettagli sul progetto: https://titanpad.com/callcenterscoopnetworkdoc )
Questo progetto dovrebbe permettere l’uso delle infrastrutture create dalla rete di cooperative di call center come da progetto della Freedom Coop, la cooperativa Europea fondata da FairCoop.

Refugees2refugees sara’ uno dei servizi di call center dove lavoratori della coop (rifugiati) aiuteranno altri rifugiati che si trovano in difficolta’ tramite chat online o telefono. Questa attivita’ puo’ essere svolta in ciascun paese ed e’ dedicata a fornire aiuto ad altri rifugiati per trovare alloggio o informazioni per chi vuole stabilirsi o e’ soltanto di passaggio.

Questo servizio e’ una pietra miliare perche’ svolto dalle persone che si trovano nella stessa situazione di chi ha bisogno di aiuto, che parla la loro stessa lingua e che ha vissuto la stessa difficolta’ e che si trova ancora di passaggio o in difficolta’. Questa vicinanza garantira’ maggiore fiducia nelle persone che chiedono aiuto e che contatteranno refugees2refugees.

I rifugiati che lavoreranno su questo progetto saranno pagati come membri della cooperativa usando i contratti tra clienti privati (coloro che utilizzeranno il servizio) e la coop che fornisce il call center. Mentre saranno collegati in attesa di fornire supporto, i rifugiati lavoratori, potranno aiutare la coop nello svolgere le quotidiane attivita’ per la riuscita del progetto refugees2refugees.

refugeesfundPer rendere possibili questi scambi economici, sara’ utilizzata la Freedom Coop come piattaforma legale.

Il progetto refugees2refugees e’ strategico come inizio ed utilizzo per il fondo dei rifugiati perche’ permettera’ un dialogo tra le persone che lo utilizzeranno e che potranno in futuro ulteriormente finanziarlo. Il processo di conoscenza e comunicazione si semplifichera’ e fornira’ una grande opportunita’ di realizzare altri progetti pian piano che il nuovo denaro arrivera’ al fondo.
I partecipanti al progetto si incontreranno a Karditza per iniziare.

A parte questo primo passo, e’ evidente che i fondi raccolti non sono sufficienti per coprire tutte le necessita’ del progetto, quindi tutti i partecipanti si sono impegnati per continuare a trovare iniiziative per raccolgiere fondi.

Un’altra proposta per facilitare l’uso dei FairCoin da parte dei rifugiati sara’ sviluppata durante la discussione sui temi dell’economia alternativa e le monete sociali che sara’ tenuta a Karditza.

Continuiamo a sviluppare semi e far crescere progetti cooperativi con il fondo per i Rifugiati!

 

FairCoop ha un nuovo canale Telegram
canal telegram

Con l’obiettivo di raggiungere quante più persone possibili, abbiamo attivato il nuovo canale di comunicazione telegram.me/faircoop. Essendo consapevoli che queste nuove applicazioni stanno diventando sempre più uno strumento essenziale nella nostra comunicazione quotidiana, cosi come un veloce e personale modo di accedere alle informazioni che ci interessano, pensiamo che sarà un buon modo di restare in contatto con chiunque voglia restare aggiornato sul lavoro di FairCoop.

Telegram è un’applicazione di messagistica instantanea per diversi device ( mobile, computer, tablet) ed ha più di cento milioni di utenti sparsi nel mondo in continuo aumento.

La comunicazione attraverso questo canale sarà in inglese o in spagnolo, per raggiungere il maggior numero di partecipanti. Ti Incoraggiamo ad unirti a questo nuovo canale e seguire gli aggiornamenti, le novita e i nuovi sviluppi e obiettivi raggiunti da FairCoop.

Tra l’altro, Telegram è usato come strumento principale dai membri attivi di FairCoop; lo utilizzano per tenere le assemblee e per organizzare i diversi gruppi di lavoro. Per questi motivi, incoraggiamo tutte le persone interessate a diventare una parte attiva di questo progetto di trasformazione, unendovi a voi tramite telegram. Potete trovare una lista aggiornata dei nostri canali esistenti qui: http://board.net/p/Telegramgroups

Sul canale telegram.me/faircoop, forniremo informazioni riguardanti tutti i gruppi di lavoro di Telegram. Un altro modo in cui potete unirvi a noi è registrandovi su Fairnetwork, dove potrete partecipare sul forum, nelle discussioni, o nei progetti come il market on line, ecc.

Speriamo che troverete interessanti queste novità e che la nostra comunità cresca giorno dopo giorno. Allora, se già hai Telegram, unisciti a noi tramite il nostro nuovo canale FairCoop, e se ancora non hai Telegram, scaricatelo dallo store e entra su telegram.me/faircoop.

 

post getfaircoinFacciamo chiarezza sul Faircoin. Come viene determinato il suo prezzo?

L’intento di questo articolo è rispondere alle domande e i dubbi relativi al Faircoin ed il suo prezzo, dovuto alle sue diverse modalità di acquisto e con il fine di aumentare la trasparenza che è alla base di Faircoop.

Una delle domande più importanti sul Faircoin è come viene stabilito il prezzo. Tutti quelli che hanno già esperienza con le criptomonete, sanno che ad oggi ci sono principalmente due modi di effettuare scambi: con altre criptomonete (su piattaforme di scambio moneta online) o scambiandole con monete fiat (il faircoin è attualmente su Bittrex e Bitsquare).
È attraverso acquisti e vendite fatte in queste piattaforme di scambio che si decide il prezzo di una criptomoneta, con la conseguenza anche di facilitare la speculazione e la volatilità che vediamo oggi, il maggior ostacolo per una adozione su larga scala di una criptomoneta. La partecipazione in questi siti di compravendita non può essere evitata, siccome il Faircoin è una moneta decentralizzata, di fatto qualsiasi business può decidere di commerciarla dove preferisce.
Tuttavia, noi sappiamo che il futuro del Faircoin non passa per la speculazione né per la volatilità. In più, uno degli obiettivi di FairCoop è quello di sostenere il valore dei risparmi delle persone che sono coinvolte, per questo motivo non possiamo accettare che il suo potere d’acquisto venga infettato da ragioni speculative. Queste ragioni ci hanno incitato a creare un unico sistema di prezzo che sia in linea con i valori e gli obiettivi sia di FairCoop, il progetto che è collegato strettamente al faircoin, che della criptomoneta stessa.

Così, più di un anno fa, abbiamo democraticamente deciso che per combattere questi mali e per raggiungere l’obiettivo del faircoin di essere una moneta solidale, abbiamo deciso di stabilire un prezzo fisso. In questo modo qualsiasi persona che iniziasse ad utilizzarlo, sia produttori chee consumatori, potessero avere una referenza di prezzo stabile.
Qualche mese dopo, ci siamo anche impegnati a scambiare nuovamente faircoin con monete fiat, alla referenza di prezzo da noi stabilita in precedenza, per quei venditori che accettavano faircoin come mezzo di pagamento e necessitavano di cambiarli in euro per continuare la loro attività commerciale.
Come parte dello sviluppo e facilitazione nell’acquisire ed utilizzare i faircoin, in un modo consono con i valori e gli obiettivi che noi incarniamo, abbiamo deciso di creare una nostra piattaforma di scambio da monete fiat a faircoin: GetFaircoin.net, dove si possono comprare faircoin ad un prezzo fisso: 20 Faircoin = 1 Euro.
Ovviamente, ognuno è libero di comprare faircoin dove preferisce, ma contiamo davvero su tutti voi per aiutarci a raggiungere l’obiettivo e creare un nuovo sistema economico, finanziario e monetario, privo di avidità e manipolazione e scevro dal potere di quei pochi che hanno guidato tutti noi verso il disastro.

Leggere più…

Nodi locali. Esperienze dalle terre di FairCoop.

FairCoop Galiza

Iniziamo a condividere una serie di post con l’intenzione di mostrare l’operato dei Nodi Locali, cioe’ le estensioni di FairCoop sul territorio.
Lo facciamo per due motivi:
1) dopo un anno e mezzo di duro lavoro stiamo aumentando la nostra presenza sul territorio attraverso nuovi luoghi e questa è un’esperienza così bella che vogliamo condividerla con tutti.
2) indicare a tutti dove siamo attivi, in modo tale che chi è interessato può unirsi a questa nuova forma di economia esistente o fondarne uno nuovo.

Iniziamo i post con l’esperienza del Nodo Locale in Galizia, uno dei più attivi sul territorio spagnolo.

Nodo Locale Galizia

Il nodo è partito dalla fusione delle attivitaà degli attivisti nella rete Imaxinaria per la Galizia e il nord del Portogallo. Alcuni attivisti sono del gruppo la Casa Colorida in Nigrán, Alg-a, SPG A Gavela, Sede e A Praça. Molti di noi erano già coinvolti nel progetto FairCoop. Dopo alcuni incontri, approfondimenti sulle criptomonete, economie alternative, rivoluzione integrale e attivismo socio/culturale, alcuni di noi hanno iniziato a fare attività concrete per integrare il modello di FairCoop nel contesto sociale di riferimento, principalmente nell’area di Nigrán-Vigo (sud della Galizia).
La nostra prima presentazione riguardo FairCoop in Nigrán è avvenuta durante il festival Commons Festival a Porto, ed ha aiutato a coinvolgere altre persone su progetti in queste aree. Abbiamo avuto anche una buona risposta dalla presentazione effettuata durante la fiera del mercato sociale a La Coruña (nord Galizia) con circa 20-30 partecipanti. Al termine della presentazione abbiamo preso l’impegno di fare altri workshop in quella città.

Durante questa prima fase, abbiamo incontrato persone curiose e motivate, ma al tempo stesso sopraffatte dagli strumenti, implicazioni e potenziale dell’ecosistema di FairCoop.

Questo ci ha fatto dubitare sulle reali potenzialità, ma allo stesso tempo, l’uso della mappa presente su use.fair-coin.org ci ha mostrato nell’area di Galizia molto collettivi che già condividevano gli ideali di FairCoop, così il nostro obiettivo è diventato quello di creare utilizzi reali di questa economia e abbiamo cominciato a pensare a modi di spingerci oltre.

Dopo alcuni mesi di incontri e presentazioni, abbiamo organizzato la nostra prima esperienza collettiva nell’uso dei FairCoin durante la Fiera dell’Imaxinaria nell’estete del 2015. Questo libero ed importante evento in Galizia era il modo migliore per attivisti e curiosi di utilizzare questa moneta. Durante questi 2 giorni di fiera circa 15 persone hanno usato FairCoin per comprare cibo e bevande. L’esperienza è stata utile e interessante, abbiamo spinto molte persone ad utilizzare i loro “mobile wallets”, ma avevamo bisogno anche di altro.

Questa esperienza e la nostra motivazione ad iniziare un vero mercato locale basato su FairCoin e sui principi di FairCoop, ci hanno guidato ad immaginare un piano più grande per aiutare piccoli gruppi distribuiti in Galizia ad utilizzare ed integrare il nostro modello nella vendita dei loro prodotti e servizi.
La nostra esperienza con i gruppi nella nostra regione ci ha portato a considerare le cooperative di consumo i punti migliori per iniziare. Esse hanno infatti una loro rete di utenti, produttori, attivisti, etc… consapevoli che già sono predisposti ad argomenti come consumo critico, economia, etica, decrescita e sostenibilita’. L’idea è di attivare prima i consumatori di queste cooperative e spingerli a nuove esperienze all’interno di queste. Il secondo passo dovrebbe essere, attraverso la stessa rete, raggiungere altri negozi o aziende di servizi.

Leggere più…

1° Incontro su Economia Solidale e Cooperativismo Integrale in Grecia
SEZ-solidarityeconomyzone

Convocazione per un incontro riguardante le Cooperative Integrali e l’economia solidale.
Mouzaki, Karditsa, 5-6-7-8 di Maggio 2016

Viviamo in un’epoca in cui è evidente a ciascuno quanto sia crudele e inumano l’aspetto del potere centrale e del sistema economico esistente.
Valori morali, traguardi democratici raggiunti e molte vite sono andate perdute in una serie di eventi, siano essi locali che globali.
Tutto questo sta accadendo intorno a noi, in un contesto sociale di assordante silenziosa accettazione da parte della maggior parte delle persone che ne sono testimoni.
Per alcuni questo potrebbe apparire come parte di uno sviluppo pianificato per farci vivere in un sistema capitalistico di stampo sempre più reazionario.
In qualunque posizione ci troviamo, qualunque sia il punto di vista che condividiamo, è certo che non possiamo ignorare la realtà che si è creata e che riguarda tutti noi.

Mentre le strade battute dal capitalismo per cosi’ tanti anni sono soltanto servite a mantenere una rotta stabile verso il disastro, noi abbiamo deciso di prendere il destino nelle nostre mani.
Gente di tutte le estrazioni, sia gruppi che singoli individui che si basano su valori comuni fondamentali di democrazia diretta e cooperazione, stanno provando a creare una strada alternativa.
Abbiamo bisogno di parlare e comunicare per concordare e lavorare insieme sui problemi che impattano tutti noi, nelle societa’ in generale e nel pianeta come “una cosa sola”.
Abbiamo capito che dobbiamo iniziare a costruire una realta’ post-capitalista e una societa’ partecipativa per il bene comune.

La proposta che abbiamo fatto e il piano di implementazione che proponiamo sono basati sui principi delle Cooperative Integrali.
Alcuni potrebbero avere gia’ conosciuto o sentito parlare della Cooperativa Integrale Catalana (C.I.C.) o di FairCoop: la Cooperativa della Terra per una Economia Solidale, che insieme promuovono i principi della “Rivoluzione Integrale”.
Fondamentalmente e’ un modello auto-gestito, che attraverso la disobbedienza economica (e politica) crea una comunita’ integrale basata sulla democrazia diretta e un sistema sociale fondato sulla solidarieta’, prossimita’ e fiducia nei membri della comunita’ stessa.

Leggere più…

This post is also available in: Inglese Spagnolo Catalano Tedesco Greco