12 Bolletino

Maro General Ecosystem @it

Un anno finisce e uno nuovo inizia … e il 2017 sta per essere grande!

Il 2016 sta finendo e ci sono stati un sacco di cambiamenti! Mentre la situazione economica politica, sociale ed ambientale sta peggiorando, FairCoop ha vissuto un anno impegnativo, ha lavorato per lo sviluppo di strumenti per il nuovo sistema economico e per far crescere le interconnessioni tra FairCoop e molti altri progetti che stanno lavorando in tutto il mondo nella creazione di un nuovo mondo, in cui tutti abbiamo un posto. A questo proposito, ringraziamo le persone e i progetti che stanno contribuendo a rendere l’ecosistema grande e forte, con una visione comune, costruendo un nuovo e più giusto sistema economico dal basso; un sistema decentralizzato dove le persone possono prendere decisioni che riguardano la loro vita.

Per questo ecosistema decentralizzato la cosa più importante è quella diestendere la rete di nodi locali Faircoop nel mondo. Mentre l’ecosistema FairCoop cresce vengono creati più nodi locali, più crescono le capacità di supportare tutti. Così la campagna per finanziare i nodi locali è un fatto importante per rafforzare i nostri punti d’appoggio e dare più capacità di azione.

Come probabilmente sapete, in questi ultimi giorni del 2016 siamo in piena campagna per il lancio FairPay.

FairPay sarà una carta di pagamento che potrà essere utilizzata in esercizi fisici. Un’alternativa a Visa, Mastercard, senza commissioni, basata sulle più recenti tecnologie NFC “contactless” che le aziende innovative stanno già implementando. Perché il cooperativismo non è incompatibile con l’innovazione. Uno strumento per estendere le reti di economia sociale e solidale a tutti, in tutto il mondo. Usare FairPay sarà semplice come utilizzare un sistema convenzionale. La card sarà caricata con Faircoin, ma né l’utente né i commercianti si accorgeranno di quanto sarà facile utilizzarla. I commercianti possono anche cambiare i Faircoin in euro se verrà ritenuto necessario. Facile come utilizzare un conto bancario, permette di evitare letasse imposte su di noi dalle grandi banche.
Si tratta di un passo fondamentale per estendere il nuovo sistema bancario del popolo nel 2017. Con questa campagna abbiamo lanciato Fairpay in questo momento!

Con la carta di FairPay vi invitiamo ad impegnarvi in un consumo equo nel 2017, lasciando sulla scheda FairPay una quantità di denaro caricata che simboleggia il ruolo che si desidera assumere e quanto si desidera contribuire al lancio di FairPay nel febbraio 2017. A partire da qui, si potranno invitare i commercianti di fiducia ad accettare FairPay, estendendo in tal modo il suo uso nel nostro intorno.
Se la tradizione ci porta a pensare ai regali per queste date, si può anche pensare alla carta FairPay come un regalo ai vostri cari. In questo caso è possibile mostrare loro un’immagine che ti sarà inviata via e-mail.

Per il prossimo 2017, il traguardo che stiamo aspettando di oltrepassare, con grande entusiasmo, è il lancio di Faircoin2, il progetto blockchain innovativo che si basa sulla “prova di collaborazione” proof of collaboration, programamto nel 2016 dal nostro sviluppatore principale Thomas Konig, che ora è in fase di test, dopo che questa fase è stata ritardataun pò, per una buona ragione: l’inserimento della firma Schnoor, che farà in modo che l’efficienza della catena di blocco sia compatibile con l’utilizzo da parte di un gran numero di persone. Pertanto, abbiamo anche rinnovato il sito fair-coin.org che ha un blog tecnico per spiegare i dettagli di questa i”prova di cooperazione” (POC), l’innovazioneche la blockchain sta portando al mondo.

Il lancio di un importante aggiornamento di FairMarket, la spedizione e gli ordini collettivi, che è la caratteristica già utilizzata da FairPay può aiutare il mercato online di faircoop a crescere durante il prossimo anno. Di questo abbiamo parlato in dettaglio nell’ultimo post. (https://fair.coop/it/fairmarket-aggiorna-le-sue-opzioni-includendo-servizi-di-invio-e-il-modulo-di-acquisti-collettivi/)

Il progressivo sviluppo di FreedomCoop, con il servizio di fatturazione, l piattaforma aperta di collaborazione (OCP), I servizi bancari alternativi, i futuri servizi telefonici e gli sviluppi divergenti delle cooperative professionali.

E molto altro ancora, naturalmente, farà del 2017 un anno importante per lo sviluppo di un ecosistema cooperativo in tutto il mondo.

Il prossimo anno vedrà lo sviluppo di tappe importanti per dare maggiori spinte per fare in modo che la transizione sia più facile e veloce, e per potenziare (empowered noi stessi a farlo.

Buon 2017!

 

Fairmarket aggiorna le sue opzioni – includendo servizi di invio e il modulo di acquisti collettivi

Grazie al duro lavoro di tante persone, Fairmarket è stato aggiornato attraverso importanti miglioramenti nell’efficienza, funzionalità e facilità dell’uso.

Di seguito spieghiamo con maggiori dettagli in cosa consistono questi miglioramenti:
1. Le pagine dei prodotti hanno un nuovo spazio per aggiungere i commenti, i quali possono essere scritti e rivisti ( si sta pensando di fare qualcosa di simile nella pagina in cui si mostrano i negozi). Questa caratteristica ti permetterò di far pervenire ai negozi le tue opinioni al fine di aiutarli a migliorare, essendo uno strumento utile per i venditori e i compratori, in modo che siano in contatto in maniera rapida e semplice.

2. Una nuova maniera di configurare le forme di invio. Questo è un aggiornamento molto importante: i negozi potranno utilizzarlo con la finalità di far sapere al compratore, fin dall’inizio, quale sarà il prezzo finale dell’acquisto, con le spese di spedizione incluse da subito.
Inoltre, potrà essere personalizzato, in modo che -per esempio- si possano definire differenti costi in caso di invio nazionale o internazionale.

In quei negozi che non hanno delineato un sistema di invio, questo apparirà per difetto con un costo 0 – questo sarà utile in quei casi in cui l’invio è a carico del negocio o semplicemente quando non esistono costi di invio da aggiungere al costo finale del prodotto (per prodotti scaricabili, per esempio)

3. Infine, un traguardo importante: il modulo per fare acquisti collettivi è pronto. Questo dovrebbe aiutarci ad iniziare l’organizzazione di ordini condivisi tra differenti nodi, produttori e collettivi coinvolti in FairCoop. E, in un secondo momento, potrà essere uno strumento utile per molti movimenti sociali. Alcune reti di consumo si stanno organizzando per utilizzare questo strumento come parte della rete degli acquisti collettivi.

Per spiegare brevemente come funziona, potremmo dire che è molto simile a una campagna di Crowdfunding:
– Ogni produttore, nodo locale o gruppo di consumatori può creare un prodotto specifico chaimato “acquisto collettivo” e definire le sue caratteristiche, come : il prezzo del prodotto, la quantità minima che dovrà pagare ogni consumatore, il costo totale dell’acquisto e, se fosse necessario, la data limite in cui fare l’offerta.

Come norma generale, ogni offerta dovrebbe essere limitata ad un solo territorio, ad ogni modo possono crearsi gruppi per fare in modo che l’acquisto arrivi in diverse regioni.
Inoltre è disponibile un’opzione per creare ordini collettivi semplicemente al fine di contribuire al fatto che qualcosa sia prodotto. Così che, in questo caso, potrebbe essere un’azione cogiunta di persone di territori diversi.

Il denaro si contabilizza in Faircoin, però esisterà l’opzione di combinarlo con monete ufficiale, con l’obiettivo di rendere più facile l’accesso agli acquisti collettivi al pubblico in generale.
I pagamenti si farenno in anticipo. Quando sarà raggiunta la quantità totale definita (o alcuni giorni dopo, in caso che l’offerta sia limitata nel tempo) il produttore riceverà il pagamento ed invierài prodotti a destinazione.

Se non si raggiunge la quantità minima predefinita nell’ordine, tutto il denaro sarà restituito ai compratori. Non ostante ciò, in questo caso, gli organizzatori dell’acquisto potranno decidere se portare avanti o meno l’ordine in altre forme.

Leggi tutto… 

 

Ordina la carta Fairpay ora e inizia il 2017 impegnandoti con una nuova economia per il prossimo anno

Campagna di promozione fino al 5 Gennaio 2017!

Fairpay è una carta di pagamento da utilizzare nei negozi usando le più moderne tecnologie NFC contacless che molte aziende innovative stanno utilizzando. Il cooperativismo non resta indietro con l’innovazione! Fairpay è una carta alternativa a Visa, Mastercard, ma senza commissioni.

Uno strumento per estendere le reti di economia sociale e solidale a tutti in tutto il mondo.

Maggiori informazioni: https://fair.coop/docs/fairpay-come-funziona-nei-dettagli

L’utilizzo sarà semplice come utilizzare un sistema più convenzionale. Sarà caricata con FairCoin, ma nè il compratore nè il venditore si accorgeranno della valuta per la semplicità con cui si utilizza. Non hai scuse perdecidere di non provare!!!
Sarà inoltre estremamente semplice la trasformazione da FairCoin in euro, se necessaria.
E’ semplice come utilizzare un conto corrente e molto più economico rispetto alle commissioni imposte dalle corporation.
Estendere il nuovo sistema economico a tutti nel 2017 è un passo essenziale per la nostra missione. Con questa campagna iniziamo!

Perchè ora?
La fine di un anno e l’inizio del successivo è un buon momento per fare i buoni propositi per l’anno nuovo.
In questo periodo il sistema capitalista ci invade con la sua propaganda e con il messaggio di “comprare, comprare, comprare”.
Invece con la carta Fairpay noi offriamo la possibilità di aiutare un diverso modello di produzione e consumo che non è consumista, ma basato sulla copertura delle reali necessità di ciascuno e allo stesso tempo nel rispetto e nella promozione dei valori cooperativi, di equità sociale e nella cura del pianeta. Ovviamente non parliamo di qualcosa che vale solo durante le feste, ma richiede un impegno per tutto l’anno.

Ti invitiamo ad assumere un impegno al consumo etico per il 2017 prenotando la carta con un importo precaricato che simbolizzerà questo impegno e ci aiuterà per il lancio ufficiale di Fairpay a Febbraio 2017.
Da oggi in poi potrai contribuire affinhe’ il tuo negozio di fiducia accetti Fairpay e tu potrai utilizzarla nei negozi sotto casa.

Se la tradizione di questo periodo ti porta a comprare regali, potresti considerare la carta Fairpay come dono per coloro che ami. In questo caso ti spediremo un biglietto con una foto della carta da presentare.

Come funziona la campagna per comprare la Fairpay?
Il primo obiettivo e’ di finanziare l’acquisto diretto di tag NFC che sono gli identificativi unici di questi sistemi di pagamento e ci sono poche aziende nel mondo certificate per farlo.

Il secondo obiettivo e’ stampare le carte (in cartone) attraverso cooperative di stampa nelle varie regioni. Questo permettera’ a Fairpay di essere la prima carta di pagamento a non usare plastica.

Per rendere possibile questa campagna tu puoi contribuire con almeno 20euro, da convertire in faircoin per poi ordinare la tua carta, che ti arrivera’ a casa precaricata con l’importo che avrai scelto.

Date pianificate
Da oggi fino al 5 Gennaio 2017: ricevimento ordini da utenti finali e loro inserimento nello strumento Fairmarket come parte di acquisto collettivo.

Dal 6 al 15 Gennaio 2017: richieste dei tag e loro distribuzione presso i nodi locali. Inizio delle stampe.

Dal 16 Gennaio: carte disponibili c/o i nodi locali che partecipano alla fase “beta”.

Dal 1 Febbraio 2017: spedizione delle carte agli utenti finali e piena disponibilita’ delel operazioni con Fairpay, inclusive di: disponibilita’ delle app su Android e promozione sui negozi per l’accettazione della carta.

Specifiche tecniche
I negozi possono accettare le carte soltanto oppure possono anche decidere di distribuirle o ricaricarle con le loro app. Saranno richieste delle referenze per i negozi che chiederanno di distribuire/ricaricare le carte.

Per il pagamento, il negozio avra’ bisogno di uno smartphone o un dispositivo di pagamento (POS) con la tecnologia NFC (molti tra i dispositivi moderni usano questa tecnologia).

Potremmo scegliere in un prossimo futuro, di includere un QR code con l’indirizzo faircoin stampato sulla carta, in questo modo le persone possono caricare la carta con il QR code.

Partecipa alla campagna!: https://market.fair.coop/it_IT/purchase/product/fairpay-card-426

 

FreedomCoop lancia i Servizi Bancari Alternativi

Freedom Coop offre un ecosistema bancario alternativo ai membri della cooperativa. I suoi lineamenti principali sono due: il portafoglio online di faircoin e un conto bancario cirtuale, grazie alla collaborazione con una cooperativa bancaria alternativa.

Questo suppone un traguardo importante per la libertà finanziaria dei partecipanti di FreedomCoop, perchè il suddetto kit bancario puo’ essere usato da collettivi a cui manca la forma giuridica o da persone singole di cui non ci importa l’appartenenza legale che hanno nel proprio Paese di residenza.

1 – Portafoglio online di Faircoin.
FreedomCoop offre a tutti i suoi membri un indirizzo online Faircoin che puo’ essere utilizzato per realizzare e ricevere pagamenti (per esempio, effettuando scambi in Fairmarket) o mettendo da parte Faircoin in un modo sicuro senza necessitò di avere un computer o uno smartphone.

Questo portafoglio online di Faircoin si pu’ caricare in www.getfaircoin.net e, in modo progressivo, l’ecosistema FairCoop ti offrirà maggiori vie di interagire con lo stesso.

I progetti collettivi possono essere dotati di un portafoglio collettivo per ognuno dei suoi membri e usarlo per distribuire gli ingressi tra i membri stessi.

Il portafoglio di faircoin è integrato nella OCP.

Puoi incontrare maggiori informazioni su Faircoin qui: https://fair.coop/faircoin/.

2 – Conto bancario virtuale

a) Cosa è un conto bancario virtuale (VBA, nelle sue sigle inglesi) e come funziona
E’ un conto basato in un numeroE’ un conto basato in un numero IBAN condiviso. I pagamenti ricevuti potranno essere gestiti attraverso la proprietà che ti verrà concessa quando ti unirai al progetto. Tutti i mebri di freedomCoop condividono lo stesso numero IBAN.

Per accedere al tuo VBA disporrai di un nome utente e di una password personali, e potrai realizzare pagamenti come bonifici SEPA o inviare denaro ad altri utenti dello stesso servizio in modo istantaneo.

La proprietà legale appartiene alla cooperativa bancaria, che collabora con Freedom Coop. In modo che tu possa usare questo conto senza il rischio che venga congelato, ad esempio a seguito di situazioni in cui si trova il tuo Stato.

b) Come richiederlo
Per prima cosa, devi essere membro di Fredoom Coop. Puoi registrarti qui:https://ocp.freedomcoop.eu/membership

Dopodichè potrai richiedere un VBA, senza nessun costo aggiuntivo, nel pannello di gestione della OCP.

Requisiti. E’ richiesto l’adempimento di solo uno dei seguenti tre requisiti:
– Essere un membro autoimpiegato attivo
– Impegnarsi a tenere un deposito di almeno 300€ per sei mesi.
– Cambiare almeno il 10% dei depositi o degli accrediti in faircoin. Il trasferimento minimo sarebbe di 200 Faircoin al mese.

c) Esempio di come si puo’ usare il VBA:
Questo strumento bancario alternativo puo’ essere usato per:

Ricevere pagamenti nel sistema vigente (trasferimenti bancari, carte di credito/debito, etc) e convertirli direttamente dal tuo indirizzo Faircoin
Gestire in modo autonomo progetti economici – per esempio, pagare fornitori e pagare i clienti-, creando così una relazione internazionale/europea/locale che va oltre il controllo del sistema finanziario prevalente
Organizzare campagne specifiche di crowdfunding per qualsiasi gruppo, fuori dal controllo statale.

d) Cosa puoi e cosa non puoi fare con il tuo VBA
– Puoi convertire le altre monete in faircoin senza pagare tasse. Questo si può fare nel portafoglio online di Faircoin o inviandole direttamente a qualsiasi altro portafoglio di Faircoin.

– Puoi fare trasferimenti a altri conti bancari. Puoi inviare denaro a una carta di debito virtuale (attraverso un terzo fornitore di servizi). Puoi convertire i tuoi faircoins in contante euro in uno dei 10.000 ATM (momentaneamente attivi solo in Spagna e Polonia). Puoi convertirli in Bitcoin.

– Puoi fare pagamenti instantanei a qualsiasi altro membro di Freedom Coop.

– Potrai usare il conto per ricevere i pagamenti solo se l’emittente della fattura metterà il tuo nome nell’Oggetto del trasferimento (questo dovresti verificarlo personalmente, visto che è un rischio personale).

– Puoi cambiare i tuoi faircoins in contante euro solo in un un ufficio cambi, se il nodo locale della tua zona offre questo servizio.

– Non puoi avere una carta di credito associata al conto bancario.

 

FairCoop lancia una campagna di finanziamento dei nodi locali

Uno dei concetti chiave all’interno dell’ecosistema complessivo di FairCoop sono i nodi locali. E’ attraverso queste cellule vitali che siamo in grado di muoversc e porre la nostra visione in termini reali. Fin dall’inizio, FairCoop si è concentrata sullo sviluppo di questi nodi locali, e ora è il momento in cui possiamo e dobbiamo sostenere il loro auto-potenziamento.

I nodi locali si concretizzano ina assemblee locali decentrate e come punto di incontro tra i progetti globali FairCoop e quelli sviluppate a livello locale, creando collegamenti, sinergie e lo sviluppo della conoscenza e della crescita dell’intero ecosistema che stiamo creando insieme. Autonomamente, servono come un punto centrale per diffondere, sostenere e accogliere le persone in Faircoop, così come il punto di scambio di Faircoin.

Nella fase in cui ci troviamo oggi, siamo pronti a dare una spinta ai nodi locali perché siamo convinti che è di vitale importanza non solo per lo sviluppo esistente, ma anche per favorire la creazione di più nodi in tutto il mondo. Ecco perché abbiamo lanciato questa campagna di sostegno.

Con esso, vogliamo fornire i fondi necessari ai nodi in modo che possano essere cooperative stabili a livello locale in cui i partecipanti possono: eseguire attività che non sarebbero facilmente realizzabili senza finanziamenti, gestire le proprie priorità in circostanze local-based e per costruire i propri progetti di cooperazione o collaborazione con gruppi della tua zona, per emancipare le persone a livello locale e globale.

Il requisito principale per la partecipazione a questa campagna è quello di avere un nodo attivo (requisiti necessari per cui un nodo attivo può partecipare alla campagna:
https://titanpad.com/localnodescriterias
https://fair.coop/docs/activation-and-sustainibility-of-local-nodes/).

Chiediamo a tutti i nodi che sono già attivi di inviare il modulo di domanda di sovvenzione (https://titanpad.com/FundingLocalNodesForm) in cui indicare tutti i settori e i progetti specifici che già attivi e per cui il nodo avrà diritto di ricevere i fondi corrispondenti. Possono partecipare anche quei nodi locali che si stanno formando, che potranno ricevere il finanziamento passati due o tre mesi dalla creazione vera e propria.

Ora ci sono tre nodi locali: Catalogna, Giura e Salonicco, questi hanno già inviato la richiesta e aderito alla campagna di inizio novembre. Altri seguiranno.

È possibile controllare i nodi che sono attivi o che sono in procinto di esserlo, qui: https://fair.coop/docs/local-nodes-list/. Se la tua regione non è presente nell’elenco, vi incoraggiamo a unire le forze con gli altri e lanciare un nodo locale.

E ‘essenziale avere una vasta rete di nodi locali per estendere la transizione verso un’economia alternativa e verso una società che recupera i valori della solidarietà e della cooperazione. Nessuna fretta, perché sappiamo che andremo lontano, ma siamo consapevoli che dobbiamo andare avanti senza fermarci; e con questa campagna, compiamo un altro passo per avvicinarci a questa nuova società, che tutti noi meritiamo.

 

FairCoop compie due anni

Il 17 settembre scorso c’è stato il secondo anniversario di FairCoop.

Molte cose sono successe da quando è iniziato questo progetto e vogliamo festeggiare il fatti che andiamo avanti, che siamo in crescita e voglismo festeggiare la creazione la nescita e la crescita di un’alternativa valida per trasformare la società e migliorare le nostre vite.

Iniziamo questo secondo anno di attività con l’apertura delle assemblee aperte globali per la partecipazione di tutti ,per cià usiamo come un canale di comunicazione l’applicazione Telegram, e continuiamo a creare gruppi di lavoro per i diversi progetti che stiamo lanciando. Questo ci sta dando flessibilità nello sviluppo e facilita di comunicazione, comunicazione, che è ogni giorno sempre più intensa e che permette di collegarci ogni volta con più persone, ovunque ci troviamo, in modo flessibile e trasparente.

In questo modo abbiamo fomentato FairMarket, un mercato online che funge da punto di incontro a molteplici progetti produttivi e a coloro che hanno bisogno di servizi e prodotti che offriamo. Sul FairMarket, in alternativa al cambio di moneta a corso forzoso, usiamo Faircoin, una criptovaluta che è in continuo sviluppo per rendee più facile l’uso e l’espansione dellle sue capacità con nuovi progetti, ad esempio il progetto di acquisti collettivi che stiamo lanciando assieme ad altri gruppi.

Siamo consapevoli dei gravi problemi che stanno soffrendo i rifugiati che arrivano in Europa, abbiamo iniziato un processo di finanziamento collettivo per sostenerli, che ha portato alla creazione del centro di chiamate per rifugiati, un progetto gestito dai profughi stessi, che serve non solo per fornire informazioni e supporto ai nuovi arrivati in risposta all’abbandono di relazioni sempre più razziste e non solidali, ma anche per dare un futuro e delle opportunità a tutti i rifugiati che gestiscono questo Call center in Europa.

Quest’anno, abbiamo anche lanciato Freedom Coop, una società cooperativa europea che mira a sviluppare strumenti per l’autogestione,per il lavoro autonomo,per l’autonomia economica e per la disobbedienza finanziaria, per singoli e gruppi che si sforzano di creare un rapporto più giusto nelle relazioni sociali ed economiche.

Ultimo ma non meno importante, quest’anno è iniziato lo sviluppo di Faircoin 2, che sarà lanciato a breve, questo strumento è una novità importante nel mondo delle criptomonete perché, innazititto,si basa sulla cooperazione attraverso PoC (Proof of Cooperation- la prova della cooperazione), ia differenza di ciò che caratterizza le altre criptomenete.

FairCoop è una cooperativa globale, ma i suoi nodi locali, come estensioni territoriali, svolgono un ruolo importante per portare nel mondo reale questo nuovo sistema economico, che di fatto stiamo creando. Durante questo secondo anno sono stati consolidati anche i nodi del “sud Europa” e il primo nelle Americhe, adesso ci accingiamo a espandere il progetto e stiamo promuovendo la creazione di reti di portata globale che ci permettono di realizzare i nostri obiettivi e d operare in modo “fattibile”.

Ci sono molte cose che abbiamo fatto nel corso di questo secondo anno, e molto resta da fare. Siamo ottimisti e crediamo che siamo un po più vicini all’obbiettivo di creare un altro mondo possibile. Pertanto, invitiamo coloro che non sono ancora parte di questo progetto ad aderire, in modo da essere TUTTI a construire questo cambiamento.

Buon secondo anniversario!

This post is also available in: Inglese Spagnolo Catalano Greco