FairCoop lancia una campagna di finanziamento dei nodi locali

Maro home post, post home

Uno dei concetti chiave all’interno dell’ecosistema complessivo di FairCoop sono i nodi locali. E’ attraverso queste cellule vitali che siamo in grado di muoversc e porre la nostra visione in termini reali. Fin dall’inizio, FairCoop si è concentrata sullo sviluppo di questi nodi locali, e ora è il momento in cui possiamo e dobbiamo sostenere il loro auto-potenziamento.

I nodi locali si concretizzano ina assemblee locali decentrate e come punto di incontro tra i progetti globali FairCoop e quelli sviluppate a livello locale, creando collegamenti, sinergie e lo sviluppo della conoscenza e della crescita dell’intero ecosistema che stiamo creando insieme. Autonomamente, servono come un punto centrale per diffondere, sostenere e accogliere le persone in Faircoop, così come il punto di scambio di Faircoin.

Nella fase in cui ci troviamo oggi, siamo pronti a dare una spinta ai nodi locali perché siamo convinti che è di vitale importanza non solo per lo sviluppo esistente, ma anche per favorire la creazione di più nodi in tutto il mondo. Ecco perché abbiamo lanciato questa campagna di sostegno.

Con esso, vogliamo fornire i fondi necessari ai nodi in modo che possano essere cooperative stabili a livello locale in cui i partecipanti possono: eseguire attività che non sarebbero facilmente realizzabili senza finanziamenti, gestire le proprie priorità in circostanze local-based e per costruire i propri progetti di cooperazione o collaborazione con gruppi della tua zona, per emancipare le persone a livello locale e globale.

Il requisito principale per la partecipazione a questa campagna è quello di avere un nodo attivo (requisiti necessari per cui un nodo attivo può partecipare alla campagna:
https://titanpad.com/localnodescriterias
https://fair.coop/docs/activation-and-sustainibility-of-local-nodes/).

Chiediamo a tutti i nodi che sono già attivi di inviare il modulo di domanda di sovvenzione (https://titanpad.com/FundingLocalNodesForm) in cui indicare tutti i settori e i progetti specifici che già attivi e per cui il nodo avrà diritto di ricevere i fondi corrispondenti. Possono partecipare anche quei nodi locali che si stanno formando, che potranno ricevere il finanziamento passati due o tre mesi dalla creazione vera e propria.

Ora ci sono tre nodi locali: Catalogna, Giura e Salonicco, questi hanno già inviato la richiesta e aderito alla campagna di inizio novembre. Altri seguiranno.

È possibile controllare i nodi che sono attivi o che sono in procinto di esserlo, qui: https://fair.coop/docs/local-nodes-list/. Se la tua regione non è presente nell’elenco, vi incoraggiamo a unire le forze con gli altri e lanciare un nodo locale.

E ‘essenziale avere una vasta rete di nodi locali per estendere la transizione verso un’economia alternativa e verso una società che recupera i valori della solidarietà e della cooperazione. Nessuna fretta, perché sappiamo che andremo lontano, ma siamo consapevoli che dobbiamo andare avanti senza fermarci; e con questa campagna, compiamo un altro passo per avvicinarci a questa nuova società, che tutti noi meritiamo.

This post is also available in: Inglese Spagnolo Francese Catalano Tedesco Greco Portoghese